Concerto "La Noche"

Martedì 17 Luglio ore 20.30

Chiesa SS. Matteo e Maurizio, 6955 Cagiallo

Il Pianista Matteo Sarti e la Scrittrice Hildegard Keller si cimenteranno in una serata di Musica e Poesia nella suggestiva cornice della Chiesa dei Santissimi Matteo e Maurizio. La notte, fondamentale nella poetica di Alfonsina, sarà il filo conduttore sul quale si alterneranno letture di poesie e testi inediti di Alfonsina Storni in lingua madre alternate a brani celeberrimi della letteratura pianistica accompagnate da video proiezioni inerenti ai testi. Dal Chiaro di Luna di Beethoven alle poesie di Mascarilla Y Trebol sulle carezzevoli armonie di Debussy il pubblico sarà guidato  dalle parole di Alfonsina a "recidere stelle con le dita".

 

 

DUE PAROLE 

All'orecchio stanotte mi hai detto due parole 

comuni. Due parole stanche 

di essere dette. Tanto 

vecchie che sono nuove. 

 

Parole così dolci, che la luna che stava 

passando in mezzo ai rami 

sulla mia bocca si è fermata. Così dolci 

che una formica va sul mio collo e non posso 

muovermi per scacciarla. 

 

Così dolci parole 

che non volendo dico: — Che bellezza, la vita! —

Così dolci e così miti 

che il corpo aspergono con oli profumati. 

 

Così dolci e così belle 

che le mie dita, nervose, 

verso il cielo smaniano come forbici. 

 

Oh, le mie dita vorrebbero 

recidere stelle. 

 

ALFONSINA STORNI

 

HILDEGARD KELLER - Voce Recitante

Hildegard Keller, germanista e ispanista insegna letteratura tedesca ( dalle origini al XVIII secolo) presso l’Università di Zurigo; a partire dal 2009 si occupa delle opre di Alfonsina Storni in qualità di traduttrice, biografa e interprete teatrale. Nel 2013 ha pubblicato per la prima volta in traduzione tedesca i testi in prosa della Storni (Meine Seele hat kein Geschlecht, Zurigo 2013). Nel 2017 alcuni di questi testi sono apparsi per la prima volta in traduzione italiana (Cronache da Buenos Aires, a cura di Hildegard Keller, 

Bellinzona 2017); nel 2018 pubblicherà la sua biografia di Alfonsina Storni (Distel im wind). 

 

MATTEO SARTI - Pianoforte

Nato nel 1980, si diploma in pianoforte presso l’Istituto Musicale Pareggiato “Pietro Mascagni” di Livorno con il massimo dei voti.

Vincitore dell’audizione per l’Orchestra Giovanile Italiana nell’anno 2001, comincia la sua attività concertistica in Italia e all’estero in qualità di solista (prima esecuzione del Concertino di Luis de Pablo per pianoforte a quattro mani e orchestra d’archi), in svariate formazioni cameristiche e con le orchestre OGI e Vincenzo Galilei sotto la direzione di Gianandrea Noseda, Gabriele Ferro, Daniele Gatti, David Geringas registrando per la Rai radio e tv.

Si è perfezionato presso l’Accademia Musicale del Teatro Cinghio di Parma sotto la guida del maestro Alberto Miodini (membro del Trio di Parma); destinatario di Borsa di Studio federale per artisti stranieri, si è successivamente specializzato brillantemente presso il Conservatorio della Svizzera Italiana, ottenendo con lode i diplomi di “Interpretazione e Performance” sotto la guida del Maestro Nora Doallo e di “Pedagogia Pianistica” sotto la guida del Maestro Roberto Braccini, ha inoltre conseguito presso il Conservatorio della Svizzera Italiana il Master di specializzazione solistica sotto la guida del Maestro Nora Doallo concludendo il suo percorso con la brillante esecuzione del Concerto n.2 per pianoforte e orchestra di D. Shostakovich accompagnato dall’Orchestra della Svizzera Italiana.

Dal 2005 al 2006 collabora con l’orchestra “Luigi Cherubini” diretta dal maestro Riccardo Muti esibendosi in importanti teatri.

Dal 2006 partecipa alla stagione concertistica di musica contemporanea “900 e presente” per la Radio Svizzera Italiana in collaborazione con il Conservatorio della Svizzera Italiana sia in ensemble che in qualità di solista, notevole l’esecuzione della Jazz Symphony di G. Antheil per pianoforte e orchestra diretta dal Maestro Giorgio Bernasconi.

Ha partecipato al Festival Argerich di Lugano come pianista accompagnatore della Masterclass di Ivry Gitlis ed è stato invitato a partecipare al Festival “I Love Piano” in collaborazione con la International Piano Foundation “Theo Lieven” esibendosi e partecipando alle Masterclass con William Grant Naborè, Jhon Perry e Peter Frankl.

E' membro fondatore e pianista del Trio Degas con il quale è risultato vincitore in diversi concorsi nazionale ed internazionali, tra i quali recentemente si è aggiudicato il terzo premio al prestigioso concorso internazionale svizzero “Gianni Bergamo”, il secondo premio al concorso internazionale “Arturo Benedetti Michelangeli” di Assisi, il primo premio al X concorso internazionale “Marco Fiorindo” e il Premio Speciale “Novecento” assieme al Secondo Premio per la Sezione Musica da Camera al XI Concorso Internazionale “Luigi Nono”.

Dal 2009 stato titolare di cattedra di insegnamento di pianoforte presso diverse scuole di musica della Svizzera Italiana, attualmente ricopre il ruolo di Direttore Artistico della Scuola Musicando a Lugano, è pianista accompagnatore e Docente di pianoforte complementare presso il Conservatorio della Svizzera Italiana.